Prevenzione

Le comunità che praticano le MGF tendono a mantenere questa pratica al fine sostenere le tradizioni, non perdere l'identità e spesso in risposta alla pressione sociale. Ciò si verifica nonostante essi si trovino di fronte a due prospettive opposte: una proveniente dalla loro cultura di origine, dove le MGF consentono alle ragazze di essere accettate dalla comunità e date in sposa e l'altra proveniente dalla cultura del paese ospitante, dove le MGF sono considerate una grave violazione dei diritti umani e sono perseguibili penalmente. La prevenzione dovrebbe basarsi sul cambiamento delle norme sociali e della percezione che le MGF siano una pratica benefica per donne e ragazze, quando in realtà è dannosa per la loro salute fisica e mentale.

 

 

La prevenzione delle MGF nei paesi dell'UE è stata condotta in partenariato e in stretta collaborazione con organizzazioni della società civile e istituzioni e si è concentrata principalmente sulla formazione degli attori più rilevanti e sulle attività di sensibilizzazione verso il pubblico. L'attenzione è stata invece minore rispetto alle comunità di migranti e alle effettive o potenziali vittime e alle loro famiglie. L'educazione sulle MGF è svolta esclusivamente da associazioni specializzate, da qui la necessità di rendere la formazione e l'istruzione più sistematiche come parte dei programmi educativi e della formazione per i professionisti di tutti i settori che possono essere coinvolti nelle questioni relative alle MGF.

 

 

ITALIA

 

In Italia nel 2009, iniziative di prevenzione (documentari, manuali) sono state finanziate attraverso la Legge 7/2006 e sviluppate dalle organizzazioni della società civile; esse erano principalmente volte a sensibilizzare i membri delle comunità che praticano MGF, formare altre organizzazioni, servizi sociali e sanitari, istituzioni educative, cittadini e politici sugli aspetti sociali e culturali delle MGF. Gli strumenti di finanziamento che accompagnano l'attuazione della legge costituiscono una buona pratica, sebbene l'assegnazione di questi fondi sia progressivamente diminuita nel corso degli anni e gli strumenti finanziari dovrebbero essere rivisti e potenziati.

 

 

 

BELGIO

 

In Belgio, le strategie per prevenire le MGF sono sviluppate attraverso un'ampia consultazione che coinvolge ospedali, medici, servizi per i giovani, promozione della salute dei bambini, forze dell'ordine governative, ecc. Una buona pratica è rappresentata dalle linee guida sviluppate nel 2011 dalle organizzazioni della società civile e finanziate dal Ministero della Salute per i professionisti che lavorano con le comunità che potrebbero essere colpite da MGF (operatori psicosociali, professionisti nelle strutture per l'infanzia, insegnanti, avvocati e polizia) per informarli meglio sulla pratica e aiutarli a fornire un sostegno più efficace alle famiglie, un'assistenza sanitaria adeguata, fornire consulenza e seguire le appropriate procedure di rinvio.

 

 

 

FRANCIA

 

In Francia, sebbene i finanziamenti siano forniti dalle autorità regionali e locali, i programmi di prevenzione delle MGF si basano principalmente sulle organizzazioni della società civile. All'inizio degli anni '90, un opuscolo contenente informazioni sulle disposizioni legali nazionali contro le MGF, sviluppato congiuntamente dalle organizzazioni della società civile e dal Servizio per la Protezione della Madre e del Bambino, è stato ampiamente distribuito ed è stato aggiornato nel corso degli anni. Esso è stato anche adattato, pubblicato e distribuito in altri paesi, compreso il Belgio. Le agenzie governative sono state coinvolte nella campagna di prevenzione e sono state sviluppate linee guida specifiche per gli operatori sanitari che potrebbero incontrare casi di MGF.